Sole e ormoni: Guida all’estate in sicurezza

Il sole ci dà energia e vitalità, ma sappiamo che dobbiamo proteggerci dai suoi raggi più forti. 

Eppure, ti sei mai chiesta se la crema solare che usi può avere effetti negativi sui tuoi ormoni? 

È il momento di fare chiarezza e scoprire come proteggersi in modo sicuro.

Il Sole e il Benessere Ormonale 

Il sole è una fonte naturale di energia che ci aiuta a sentirci vivi e pieni di vitalità. Grazie ai recettori della luce negli occhi e nella pelle, la luce solare invia messaggi al nostro corpo per:

Rilassarsi: La luce del sole stimola la produzione di serotonina, l’ormone del benessere, che aiuta a ridurre lo stress e migliorare l’umore.

Allinearsi con il ritmo circadiano: L’esposizione alla luce naturale regola il nostro orologio biologico interno, aiutando a mantenere un ciclo sonno-veglia sano.

Supportare l’asse ipotalamo-ipofisi-ovaio-tiroide-adrenale: Questo complesso sistema ormonale è fondamentale per la regolazione di molte funzioni corporee, inclusa la riproduzione e il metabolismo.

Sostenere la salute metabolica: La luce solare aiuta a mantenere una funzione metabolica equilibrata, influenzando positivamente il nostro peso e i livelli di energia.

Garantire livelli attivi di vitamina D: La vitamina D è essenziale per la salute delle ossa e del sistema immunitario, e il sole è la nostra principale fonte naturale di questa vitamina.

Bilanciare gli ormoni: La luce solare aiuta a regolare la produzione di ormoni come l’FSH e l’LH, cruciali per la salute riproduttiva.

Assicurare l’ovulazione: I ritmi circadiani influenzano direttamente la produzione di ormoni necessari per l’ovulazione.

Supportare la funzione tiroidea: La luce del sole stimola la produzione di ormoni tiroidei, essenziali per il metabolismo e l’energia.

Regolare la produzione di melatonina e migliorare il sonno: L’esposizione alla luce diurna aiuta a regolare la produzione di melatonina, migliorando la qualità del sonno.

Questi benefici sono cruciali per il nostro benessere generale e il corretto funzionamento del nostro organismo.

benessere ormonale

Sole e ormoni: Il Problema delle creme solari in commercio

Molte creme solari contengono ingredienti attivi che possono avere effetti negativi sul nostro corpo. 

Gli ingredienti come l’oxybenzone e l’octinoxate sono stati collegati a squilibri ormonali, parto prematuro e aumento del rischio di cancro al seno, alle ovaie e alla prostata. 

Questi composti possono interferire con il sistema endocrino, causando gravi problemi di salute.

L’oxybenzone, in particolare, è noto per danneggiare i pesci e le barriere coralline, oltre ad avere effetti neurotossici a concentrazioni elevate. Anche se le concentrazioni studiate sono superiori a quelle normalmente riscontrate nei tessuti umani, i dati non sono rassicuranti. 

Inoltre, ci sono dubbi sull’efficacia delle creme solari convenzionali nella prevenzione del cancro della pelle. 

Molti utilizzatori non applicano abbastanza prodotto, riducendo l’efficacia della protezione solare. 

È quindi fondamentale cercare alternative più sicure.

Ottieni la Tua Vitamina D… Proteggendo la Tua Pelle

L’esposizione alla luce solare spinge il corpo a produrre vitamina D, ma la protezione solare blocca efficacemente questo processo. 

Molti esperti raccomandano dai cinque ai dieci minuti di esposizione al sole ogni giorno senza protezione solare. 

ma ti consigliamo di evitare le ore più luminose (dalle 11:00 circa alle 15:00 circa) quando salti la protezione solare. 

E se temi che l’invecchiamento cutaneo sia accelerato, lascia scoperte le gambe o le braccia per 10-15 minuti invece del viso e del collo.

Ecco alcuni dei nostri migliori consigli sulla sicurezza solare, inclusi alcuni dei nostri filtri solari preferiti:

Evita le Creme Solari con Ossibenzone

Ufficialmente, ci sono “dati insufficienti” sulla sicurezza dell’ossibenzone, ma sono state sollevate preoccupazioni circa i disturbi endocrini e la tossicità sistemica quando si tratta di questo composto comunemente usato. (L’oxybenzone si trova in circa due terzi dei filtri solari disponibili in commercio).

Consigliamo di saltare i prodotti che includono l’oxybenzone finché gli scienziati non ne sapranno di più. Perché rischiare quando si tratta di salute ormonale?

Evita le Creme Solari con Octinoxate e Retinyl Palmitate

Simile all’oxybenzone, l’octinoxate è un ingrediente chimico utilizzato in molte creme solari convenzionali. Questo composto può alterare il sistema endocrino, causando gravi squilibri ormonali. 

Gli effetti possono includere problemi nel ciclo mestruale, riduzione della fertilità e altre disfunzioni endocrine che influenzano la salute generale delle donne.

L’octinoxate può anche contribuire alla disgregazione delle barriere coralline e danneggiare la vita marina.

Il retinyl palmitate, un altro ingrediente comune nelle creme solari, è una forma di vitamina A che potrebbe accelerare lo sviluppo di tumori della pelle se esposto alla luce solare. 

Studi hanno dimostrato che quando il retinyl palmitate viene applicato sulla pelle e successivamente esposto ai raggi UV, può causare danni cellulari e favorire la crescita di cellule cancerogene. 

Questo rende essenziale evitare prodotti che contengono retinyl palmitate, specialmente durante l’esposizione diretta al sole.

solari per ormoni

Ingredienti Alternativi Sicuri

Quando si tratta di proteggere la nostra pelle dai raggi UV, è fondamentale scegliere prodotti che non compromettano la nostra salute ormonale. 

Gli ingredienti minerali sono un’ottima alternativa sicura e naturale. Vediamo perché.

Ossido di Zinco

L’ossido di zinco è uno degli ingredienti più sicuri ed efficaci per la protezione solare. Questo minerale naturale offre una barriera fisica contro i raggi UVA e UVB senza penetrare nella pelle, il che significa che non interferisce con i nostri ormoni. 

È adatto a tutti i tipi di pelle, incluse quelle sensibili, e offre una protezione ad ampio spettro. Inoltre, l’ossido di zinco ha proprietà anti-infiammatorie che possono aiutare a calmare la pelle irritata.

Biossido di Titanio

Il biossido di titanio è un altro ingrediente minerale sicuro per la protezione solare. Come l’ossido di zinco, fornisce una barriera fisica che riflette i raggi UV, proteggendo la pelle senza assorbire sostanze chimiche nocive. 

Questo ingrediente è noto per la sua efficacia nel bloccare sia i raggi UVA che UVB, riducendo così il rischio di scottature e danni cutanei. Il biossido di titanio è meno probabile che causi irritazioni cutanee, rendendolo ideale per l’uso quotidiano su tutti i tipi di pelle.

Per maggiori informazioni su come scegliere i solari più sicuri, ti consigliamo di consultare la guida sull’acquisto dei solari dell’Environmental Working Group (EWG) qui.

La Guida ti permette di ricercare le creme solari per marca (così puoi verificare la sicurezza dei prodotti che già possiedi); cercare i prodotti con il ranking più sicuro; e ottenere informazioni su ingredienti potenzialmente pericolosi.

Conclusione

Prendiamoci cura del nostro benessere, proteggendoci dai raggi UV senza compromettere il nostro equilibrio ormonale. Il sole è un alleato prezioso, ma la nostra salute viene prima di tutto.

Scegliere filtri solari sicuri e naturali è un passo fondamentale per mantenere la salute della nostra pelle e dei nostri ormoni.

We love you and support you, 

Women Healers


Leggi anche…

Integratori per l’Equilibrio Ormonale Femminile: Una Guida per il Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *